Emanuela Gentile

Vai ai contenuti

Emanuela Gentile

Scuola Vela Argentario asd
Pubblicato da Marco Ferranti in scuola vela · 10 Novembre 2023
Salve a tutti cari velisti e cari bloggers. In occasione del nostro trentaseiesimo articolo del blog daremmo la penna e po' spazio a una grande istruttrice federale  Emanuela Gentile, molto tecnica, con grande esperienza e con la continua attenzione alla didattica e alla sicurezza dei nostri allievi. Una istruttrice dal multiforme ingegno che ha fatto della passione per la vela, la sua vita e il suo lavoro con noi.


"La disciplina del mare non è tanto lontana da quella dell'attore”.

Mi chiamo Emanuela e sono un istruttore di vela federale e questo di certo non è  una novità, per chi legge questo blog ..ma aspettate un secondo..chiedo scusa ..dovrei riscrivere l'incipit.

Mi chiamo Emanuela sono una maestra di vela e sono anche una regista teatrale.

Di fatto queste due attività sembrerebbero molto  distanti tra loro...quindi adesso proverò a spiegare perché secondo me non  sono affatto cosi distanti.

Queste due mie splendide passioni sono equamente presenti nella mia esistenza e devo dire che la disciplina del mare non è tanto lontana da quella dell'attore. Il ruolo dell'istruttore ha molti punti di contatto con quello del regista. Entrambi devono avere  sempre la situazione sotto controllo e pronti a prevenire problemi che possono pregiudicare la sicurezza e la tranquillità come sul palcoscenico come in mare, hanno un luogo da gestire e persone da muovere in uno spazio con codici prestabiliti, termini specifici un linguaggio che tutti in barca devono poter comprendere. La capacità di dirigere, spostare, decidere, avere una chiara visione d'insieme, fuori e dentro la scena. L'istruttore  ha a che fare con una barca a vela, con i membri dell'equipaggio  e con il mare, il vento e le condizioni meteo.. il regista con il palco, gli attori, gli imprevisti. Mondi che appaiono lontani ma ruoli simili per determinazione, consapevolezza, forza, presa di coscienza. Due mondi che difficilmente si incontrano in un'unica persona e lì convivono senza sgomitare, si sommano invece che annullarsi, si autoalimentano. Caratteristica propria di una spettacolo teatrale è che l'azione è " buona la prima" una volta aperto il sipario non ci si può fermare...come in mare una volta che si salpa tutto deve essere perfetto..quindi procedure, manovre, provate e riprovate infinite volte...in barca gli spazi sono compressi, l'umanità è tanta, la vicinanza porta conoscenza e rispetto, bisogna stare attenti a non sbattere la testa contro il famigerato boma come a rispettare gli spazi e stare sempre in ascolto dell'altro. Perché il piacere di vivere  questa esperienza sta proprio nel fatto che tutti sono indispensabili, ognuno svolge un ruolo fondamentale....potrebbe essere una metafora dell'esistenza. La mancanza di privacy cementa la compagnia, l'affiatamento, ma potrebbe essere motivo di tensione e proprio in questo  caso  lo skipper cioè il comandante dell'imbarcazione oppure il regista devono fare la differenza ed essere riferimento unico per tutti. In conclusione nessuna differenza anzi tanti i punti di contatto tra i due mestieri.

Due passioni e due competenze che si alternano naturalmente.

SI PUÒ FARE!

Buon vento e tanta fortuna a tutti voi.


SEGUICI SUI SOCIAL
SCUOLA VELA ARGENTARIO ASD
Codice Fiscale: 91025970533
Torna ai contenuti