10 Buoni motivi per fare vela

Vai ai contenuti

10 Buoni motivi per fare vela

Scuola Vela Argentario asd
Pubblicato da Marco Ferranti in blog · 11 Agosto 2023
Buongiorno a tutti cari bloggers. In questo articolo d estate lasceremo la parola e la penna a uno dei nostri esperti istruttori federali di vela che ci elenchera' i 10 BUONI MOTIVI PER FARE VELA. Lui risponde al nome di Fabio Leporini, calabrese e marinaio doc.

10 motivi per fare scuola vela
"Tra Orbetello e Porto Santo Stefano, in uno scenario di rara bellezza, ha sede una tra le scuole di vela più grandi d’Italia. Ha una flotta di barche che, per numero e tipologia, è raramente “replicabile” sull’intero territorio nazionale e dà la possibilità a migliaia di bambini, ragazzi e adulti di fare vela in una cornice da fare invidia ai Caraibi. Il sole riscalda la sabbia, il vento (che non manca mai) la modella fino a creare le dune della Giannella. Il mare è cristallino e i tramonti... da favola. Ed è proprio qui che si affaccia la nostra Scuola di Vela (Argentario), a due passi da Roma. Vi diamo quindi 10 (buoni) motivi per praticare questo meraviglioso sport (presso il nostro circolo).

1. TRE (SPORT) IN UNO
La vela, a differenza di (quasi) tutte le altre discipline sportive, può essere praticata in modo individuale, in coppia o in equipaggio. Dipende dalla tipologia di barca utilizzata.
Individuale (singolo)
Si può navigare su derive come l’Optimist, l’O’pen Skiff o il Laser. La prima è la barca scuola per eccellenza. Dà la possibilitàai bambini (a partire dai 6 anni) di avvicinarsi al mondo della vela giocando e, al contempo, permette di proseguire l’attività partecipando a regate sin da giovanissimi. Anche l’O’pen Skiff viene utilizzata come barca scuola o per avvicinarsi alle competizioni sportive.
Generalmente, chi si approccia allo sport della vela in età più avanzata svolge i corsi su barche doppie o collettive. Solo dopo aver acquisito una certa praticità inizia a navigare sui singoli come il Laser, probabilmentela deriva più diffusa al mondo. Anche con questa barca si ha la possibilità di praticare vela agonistica ai massimi livelli.

Barche doppie
Se non si vuole andar per mare da soli ma senza voler condividere il piacere della navigazione con troppi compagni di viaggio ecco che ci vengono incontro, solo per citarne alcune, il Laser Pico, l’RS Zest e il 420.

Collettive
In questa categoria rientrano le derive che possono ospitare a bordo più di due persone. In questo caso, quindi, si parla di vela come “gioco” di squadra. Si va dal sempreverde Tridente 16 al Laser Bahia, passando per l’RS Quest.
Tutte derive che fanno parte del vasto parco barche della Scuola Vela Argentario, diretto da Marco Ferranti.

2. SI IMPARA A RISPETTARE LA NATURA
È uno sport ecologico e praticandolo si imparano a riconoscere le azioni che danneggiano il mare così da poterle evitare.

La Federazione Italiana Vela (FIV), ha infatti stilato il Decalogo dell’Ecovelista “adottato” dalle scuole vela italiane. “Un velista responsabile non deve mai dimenticare di rispettare l’ambiente, sia a terra che in mare”. I primi tre punti del decalogo sono probabilmente i più importanti, perché valgono sia sulla terraferma che in mare:
1) Differenzia i tuoi rifiuti e non gettare nulla nell’ambiente
2) Non sprecare acqua
3) Non utilizzare plastica monouso

3. 365 GIORNI ALL’ANNO
A differenza di quello che molte persone pensano, la vela può essere praticata 365 giorni all’anno. La maggior parte delle manifestazioni sportive si svolgono, infatti, nel periodo compreso tra l’autunno e la primavera. Per iniziare a fare vela, però, è consigliato il periodo primavera/estate, per agevolare l’avviamento.

4. SI PRATICA ALL’ARIA APERTA
Molti sport si svolgono all’aria aperta, ma pochissimi permettono di stare a contatto diretto con gli elementi naturali quali il mare, il sole e il vento.

5. MARE A 360 GRADI
Oltre a praticare sport, la barca permette di trascorrere momenti conviviali insieme al partner, agli amici o alla famiglia.

6. REGALA EMOZIONI
Non importa se si va per mare per un corso di vela, una regata, una crociera o un trasferimento, l’importante è navigare.
Andare per la prima volta da soli in barca e governarla, planare a 15 nodi sotto spi o gennaker durante una regata offshore o fare incroci al cardiopalma tra le boe, vedere i delfini sulla prua o fare i turni per raggiungere in sicurezza la meta delle vacanze cambia poco. Navigare dà emozioni.

7. SCUOLA DI VITA
Aiuta a sviluppare capacità di problem solving sia in autonomia, navigando su barche singole, che in equipaggio, quando si è a bordo di barche doppie o collettive.
Queste capacità di affrontare e risolvere eventuali problemi in mare (durante una veleggiata o in regata) prepara ad affrontare qualche difficolta che si presenta lungo il cammino della vita.

8. FONTE DI GUADAGNO
Chi si appassiona a questo sport, con il passare del tempo può anche farne un lavoro.
È infatti possibile avere come sbocco lavorativo quello di istruttore, presso uno dei tanti circoli velici distribuiti lungo la costa dell’Italia, o lavorare come skipper (in proprio o per conto di aziende). Entrambi i percorsi lavorativi richiedono ovviamente un percorso formativo, ma la passione aiuta…

9. LOCALITA’ DI MARE: ARGENTARIO
Chi vive in una città di mare (o di lago) ha la fortuna di avere a disposizione un campo di gioco naturale aperto 365 giorni all’anno. Sarebbe un peccato non approfittare di questa opportunità. Chi, invece, non ha questa fortuna, ha comunque la possibilità di praticare questo sport in una delle centinaia di scuole di vela che si affacciano lungo il litorale italiano.

Tra le scuole di vela più grandi d’Italia, con una flotta di barche che per numero e tipologia è raramente “replicabile” sull’intero territorio nazionale, ha sede la nostra Scuola Vela Argentario. Siamo orgogliosi - commenta il Direttore Sportivo dell’associazione, Marco Ferranti - di far  navigare, ogni anno, migliaia di bambini, ragazzi e adulti ed insegnare loro l’andar per mare. Inoltre è motivo di orgoglio vedere la felicità dei nostri allievi nei loro occhi in ogni momento che condividiamo con loro, sia in mare che sulla terraferma. E chi vuole ripetere l’esperienza di navigare - come fanno in tanti - nel nostro mare, sulle nostre barche e con i nostri qualificati istruttori” -, basta che ci contatti e fare richesta (https://www.scuolavelaargentario.com/corsi.html). E per noi non è che un piacere accontentarli. Per chi prolunga la permanenza, infatti, pratichiamo sconti perché siamo felici di rivederli ed è inoltre giusto che chi ha voglia di ritornare da noi sia premiato. Infatti vengono a (ri)trovarci in tanti e da ogni angolo d’Italia.  

10. È DIVERTENTE!
Sì, la vela è divertente.

Un nostro istruttore ricorda ancora con immenso piacere (un esempio su tutti) quando un bambino – fino a qualche giorno prima convinto sostenitore dei giochi da consolle – al termine del corso gli si avvicinò e gli disse: “La vela è meglio della PlayStation!”.

Questi sono alcuni dei motivi per cui, secondo me, vale la pena fare vela.
Buon vento



SEGUICI SUI SOCIAL
SCUOLA VELA ARGENTARIO ASD
Codice Fiscale: 91025970533
Torna ai contenuti